ISTITUTO COMPRENSIVO DI COPPARO

Via V. Veneto, 23 - 44034 Copparo (FE)
Tel. 0532 860026 / 0532 861358 - C.F. 93091060389
Mail: feic82500t@istruzione.it - PEC: feic82500t@pec.istruzione.it

Competenza chiave europea: Comunicazione nella madrelingua

Campo d’esperienza: I discorsi e le parole

Disciplina: Italiano

Competenze Infanzia

Abilità

Conoscenze

Compiti significativi

Ascolto e parlato

 

Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo

 

Padroneggiare gli strumenti espressivi e linguistici indispensabili per gestire l’interazione comunicativa verbale in vari contesti

Interagire con altri mostrando fiducia nelle proprie possibilità di espressione e comunicazione

Esprimere bisogni, emozioni e sentimenti in modo comprensibile

Prestare attenzione ai discorsi altrui cercando di comprenderli

Farsi capire dagli altri pronunciando correttamente le parole, indicando appropriatamente oggetti, persone, azioni ed eventi

Formulare frasi di senso compiuto 

Rispondere a domande e intervenire in una conversazione in modo pertinente

Chiedere spiegazioni e offrirne 

Descrivere una propria esperienza e rievocare un fatto

Riassumere una breve vicenda presentata sotto forma di lettura e di racconto, individuandone gli elementi essenziali 

Eseguire correttamente consegne seguendo  istruzioni

Usare il confronto verbale per risolvere divergenze e conflitti

Farsi un’idea personale sulle questioni ed esprimerla

Saper interpretare messaggi non verbali (mimica, gestualità)

Saper ascoltare in modo partecipato ed empatico

Saper conversare (turni, reciprocità, ruoli, contesto, efficacia dell’atto comunicativo)

Saper ragionare insieme agli altri costruendo significati condivisi

Conoscenza delle principali convenzioni comunicative: saluti, formule di cortesia…

Corrette articolazione e fonazione

Uso corretto delle regole implicite della lingua a livello morfologico, sintattico e lessicale/semantico

 

Aspetti causali che collegano fra loro eventi raccontati

 

Aspetti spazio-temporali che caratterizzano racconti ed esperienze

Vivere esperienze di conversazione in modo partecipato

Prender parte ad esperienze di narrazione in modo motivato

Raccontare  e ricostruire una storia narrata rispettando l’ordine cronologico di alcune sequenze illustrate

Individuare,     dopo  la lettura di un testo,  i personaggi e le azioni principali dello svolgimento narrativo, cogliendone i rapporti causa-effetto 

Drammatizzare un testo raccontato interagendo con altri soggetti

Esprimere semplici valutazioni sulle motivazioni che stanno alla base dei comportamenti dei protagonisti di una narrazione

Ricostruire ed esporre     un’ esperienza personale in modo comprensibile

Inventare semplici storie 

Lettura

Leggere immagini e simboli, comprendere testi letti da altri, formulare ipotesi sul significato dei ‘segni’ della scrittura, compiere anticipazioni di significato, considerare la lettura come mezzo per decifrare messaggi

Analizzare e commentare figure di crescente complessità

Interpretare simboli/strumenti convenzionali (cartelli stradali, simboli meteorologici, calendari…)

Discriminare i segni linguistici da altri segni/simboli/immagini

Conoscere le regole d’uso dei libri

 

Formulare ipotesi di significati possibili partendo da una serie di immagini legate tra di loro da  nessi logico-temporali

Sostituire, in un semplice testo scritto, alle immagini le parole corrispondenti, intuendone   il significato

 

Trasformare testi in sequenze d’immagini e viceversa

Scrittura

Prove di concettualizzazione dell’esperienza linguistica: il codice (sistema di segni) come oggetto del pensiero

Controllo e coordinazione visuo-motoria

Adeguatezza del gesto e del segno grafico

 

Lateralizzazione

Occupazione dello spazio sul foglio

Direzionalità della scrittura (sinistra/destra, alto/basso) 

Orientamento delle lettere nello spazio

Sperimentare diverse modalità di ‘lasciare traccia’

Dal disegno, ai simboli, alle notazioni numeriche e alfabetiche verso forme di rappresentazione sempre più astratte 

Fare esperienza di scrittura spontanea

Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua

Pensare alle forme e ai significati delle parole (parlare esplorativo sul linguaggio)

 

Individuare somiglianze/differenze tra significati e tra significanti di segni linguistici, percepirne la lunghezza, cogliere rime, assonanze…

Prima consapevolezza fonologica: distinguere i suoni delle lettere iniziali/finali delle parole, cogliere la persistenza di sillabe uguali in parole diverse

Discriminazione del ritmo

Riprodurre semplici ritmi, con cadenze e intensità diverse ( veloce/lento, forte/piano)

Fare confronti sulla lunghezza delle parole

 

Giochi linguistici: cambio di iniziale (pane/cane, porta/torta); aggiunta di iniziale (ago/lago, arco/parco)

Indovinelli, sinonimi, contrari

Filastrocche, conte, canzoni

Inventare rime

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.